venerdì 3 agosto 2012

COUS COUS CECI E GAMBERI

Cosa ne dite di iniziare la settimana con qualcosa di fresco?
 Una ricetta versatile che si può adattare ad ogni ingrediente............
E' un piatto unico, fresco e di facile esecuzione, adatto ad essere preparato nel periodo estivo.
Piatto della pace tra i popoli del Mediterraneo, il celebre Edmondo de Amicis, in un suo scritto ricordava il "cous cous" come piatto di principi e di popolo.

La BISQUE di gamberi




Questa operazione è la più importante per la buona riuscita del piatto.

Un concentrato, alla cui base ci sono gli scarti e i carapaci dei crostacei.











Ingredienti per 4 persone:

- 400 gr. cous cous

- pomodorini pachino

- una ventina di gamberi

- 250 gr. di ceci lessati
- basilico
- olio extravergine d’oliva
- pepe

Descrizione della preparazione:

In una padellina con olio extravergine rosolare 8 gamberi  con un po’ di aglio quindi mettere i gamberi da parte. 

Nella stessa padella con olio e aglio far insaporire i ceci per pochi minuti. Gli altri gamberi pulirli senza buttare il carapace. Far bollire il carapace dei gamberi in poca acqua per circa 10 minuti e filtrare il liquido di cottura.

 Prendere una nuova padella, far rosolare l’aglio nell’olio quindi togliere l’aglio e aggiungere i pachino tagliati in due. Far cuocere i pomodorini fino a che la buccia, cuocendosi, si stacca dalla polpa. 

Tenere la parte dei pomodorini per la guarnizione e aggiungere i gamberetti puliti; dopo pochi minuti aggiungere i ceci ed infine il basilico tritato. 
Nel frattempo preparate il cous cous secondo le indicazioni della confezione. In una terrina bassa e larga sgranare il cous cous e aggiungerci la salsa di pomodoro e piano piano il liquido dei gamberi.
 Impiattare decorando con 2 gamberi interi, pachino e delle foglie di basilico.

Tempo indicativo di preparazione: 20 minuti

Tempo indicativo per la  cottura: 10 minuti
Tempo totale della ricetta: 30 minuti



IL COUS COUS FEST

Il Cous Cous è il Festival internazionale dell'integrazione culturale, un importante appuntamento che si rinnova da quindici anni, coinvolgendo nella sua atmosfera festosa tutti i paesi dell'area euro-mediterranea e non solo.
La prossima edizione della manifestazione è in programma a San Vito Lo Capo dal 25 al 30 settembre 2012.





CIBO E COLORE UN APPUNTAMENTO FISSO A SETTEMBRE


 
 ....e le bancarelle fanno a gara  
per accontentarti...
E' un evento che ogni anno si
arricchisce di specialità di coucous
 








Una bella esperienza
 multiculturale
 
Il fascino di questo evento
ti trasporta in altri paesi
di origine di questo piatto
molto in uso in Sicilia
          
                Ed il CousCous è diventato è
            diventato uno 
degli
             appuntamenti fissi per la cucina etnica

Il fatto di gustare contemporaneamente i vari cous cous
di tutto il mondo è davvero sublime,
si è calati in un caos festoso molto accogliente,
una festa nella festa.


Storia in pillole del "COUS COUS"

Il cuscus è un alimento tipico del NordAfrica, ricavato dal grano duro macinato in modo grossolano. Preparato in speciali pentole sovrapposte , dette cuscussiera, dove nella parte inferiore cuociono le verdure e i pezzi di carne e nella parte superiore bolle la semola.


COUSCOUSSIERA

Questa preparazione rappresenta la cultura del popolo berbero che praticava la pastorizia. P
er secoli il cuscus ha sfamato i nomadi, le cui donne solevano radunarsi in gruppo per prepararlo.
Oggi nei paesi del Maghreb il couscous viene portato nelle tavole alla sera. 
Ma in Marocco lo si consuma il primo pomeriggio e a pranzo. La tradizione vuole che si mangi tutti insieme intorno a un unico piatto utilizzando le mani. 
Ma attenzione!!! Una rigida etichetta regola il mangiare con le dita.




4 commenti:

  1. Ciao Claudio,sono venuta a curiosare su consiglio di Elly..e gia' il titolo del tuo blog mi fa sorridere...sei romano anche tu? Mi piace vedere un uomo in cucina,sicuramente ha piu' fantasia di noi...e quindi ti seguo con piacere...a presto!ciao...Makenia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai Elly è la mia guida e la ringrazio pubblicamente. Si sono romano, e la fantasia nel preparare i piatti è il mio momento magico. Anche io faccio parte dei tuoi tantissimi lettori. E la tua torta farcita di crema e ciliegie sarà il mio prossimo dessert. Ciao...Claudio

      Elimina
  2. Ma questa ricetta già me la sono copiata... allora ti rinnovo i miei complimenti per questo piatto e mi unisco al tuo blog!
    Ciao, Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti Sara. Ma "L'eleganza del polpo" è eccezionale. Ti seguo anch'io

      Elimina