mercoledì 25 luglio 2012

FETTUCCINE ALL'ASTICE

La pasta con l’astice è un classico primo piatto di pesce della tradizione italiana. Ho preferito utilizzare le fettuccine all’uovo perché 
assorbono tutto il sapore dell’ astice.
 Gustose… si preparano in poco tempo anche se necessariamente l’astice dovrà essere degno di fare da protagonista del piatto. Spolpato, infatti, del suo goloso contenuto vi servirà come decorazione da portare in tavola per i vostri ospiti.




Ingredienti per 6 persone:
- 500 gr. di fettuccine
- un astice freschissimo
- aglio
- prezzemolo
- olio
- 500 gr. di pomodori pelati
Descrizione della preparazione:
In una pentola scottare l’astice per cinque minuti in acqua bollente. Appena l’astice è freddo tagliarlo a pezzi separando la testa, il corpo e le chele. In un’ampia padella rosolare uno spicchio d’aglio e del prezzemolo tritato nell’olio, aggiungere i pelati tagliati a cubetti e  subito dopo l’astice a pezzi, facendo uscire (principalmente dalla testa) tutti i suoi sapori. Togliere la padella dal fuoco e spolpare l’astice, tagliare la polpa a pezzettoni e metterla nella padella, cuocere qualche altro minuto. Scolate le fettuccine al dente e trasferitele nella padella facendole saltare a fiamma vivace. Trasferite le fettuccine su un vassoio da portata, decorate con il prezzemolo e ponetevi sopra l’astice che avete svuotato della polpa, ricomponendolo. Buon appetito!!!
Tempo indicativo di preparazione: 20 minuti
Tempo indicativo per la cottura: 15 minuti
Tempo totale della ricetta: 35 minuti
CARATTERISTICHE DELL'ASTICE

ASTICE
Il suo corpo è robusto ed ha un colore bluastro con delle striature sul dorso e se da un lato l'astice ha un costo inferiore rispetto alle più prelibate aragoste, molti confermano che la carne più gustosa è proprio la sua, anche se nel contempo risulta essere meno delicata rispetto a  quella dell'aragosta.
Una porzione di astice rappresenta una buona fonte di fosforo, potassio e sodio.


10 commenti:

  1. Claudio, ho dato un'occhiata al tuo blog e me ne sono innamorata! Tu sei uno "chef dentro"!! Ci torno sicuramente per sbirciare e ispirarmi! Piacere di averti conosciuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il piacere è mio, sono felicissimo che tu hai trovato il mio Blog interessante.
      Seguirò il tuo consiglio per eliminare il blocco per i commenti.
      Grazie ancora

      Elimina
    2. Haha, tutte quelle becaline con l'età come me, soffrono tanto con il codice da inserire! La maggioranza dei blogger lo ha tolto per questo motivo (c'è stato un passaparola qualche mese fa!), anche perché a volte ti dà delle parole che non si capiscono proprio! Buona domenica.
      p.s. ho comprato la bufala... i pistacchi di Bronte stanno nella dispensa... il basilico nell'orticello... indovina un po' che preparo per cena? Mancano solo le linguine... adatterò un'altra pasta!

      Elimina
  2. Beh....le linguine è la pasta ideale, ma è talmente buona che verrebbe buona anche con i rigatoni??!! A parte le battute fammi sapere come ti è venuta. Grazie ancora del consiglio, ho tolto il vincolo per i commenti. Ora è free.....provaci, mi faresti una cortesia.

    RispondiElimina
  3. Ciao Claudio! Le ho fatte con le pappardelle, quello passava il convento... e ti dirò... Niente ma niente male!!! Ho sparso la voce del tuo blog e delle ottime ricette che posti. Spero che non volevi restare troppo nell'anonimato.... Buona giornata!

    http://elly-chezentity.blogspot.it/2012/08/pappardelle-al-pesto-di-pistacchi-e.html

    RispondiElimina
  4. Ancora vuole il codice! CIao ciao

    RispondiElimina
  5. Per togliere il codice capcha: Impostazioni > Post e Commenti > Mostra test di verifica (scegliere No)]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ELLY per i tuoi consigli. Mi scrivono tantissime tue amiche sotto tua segnalazione. Ti ringrazio tantissimo del tuo aiuto. Un abbraccio

      Elimina
  6. Un piatto noto, ma non per questo un piatto semplice da preparare e che dia una sicura riuscita dei sapori, ma sono certo che quello che vedo in foto ha tutto ciò che serve per essere definito 'delizioso'.

    RispondiElimina
  7. Hai ragione, ma i piatti più semplici e noti, rimangono sempre i più difficili. Nascondono tante insidie. Ciao Valerio

    RispondiElimina